elettronicanet italian geiger counter manufacturers
 
Home  Prezzi  Software  Manuale  Contatti 

Manuale del Contatore Geiger Guardian Ray
           

  MANUALE D'USO DEL CONTATORE GEIGER "GUARDIAN RAY"

( Scarica l'ultima versione in pdf cliccando qui )




Manuale Istruzioni di Guardian Ray - funzioni associate ai tasti del contatore geiger

 
In questa pagina potete scaricare l'ultima vesione del manuale d'uso dei nostri contatori geiger della linea Guardian Ray le cui versioni prodotte si differenziano esclusivamente per qualche dettaglio estetico e per la tipologia del tubo Geiger Muller impiegato, mentre tutti hanno comunque implementate le medesime funzioni sia hardware che software.

Riguardo la possibilità di poter rilevare anche le particelle alfa da parte della versione più economica di Guardian Ray, dotata del tubo normale realizzato in vetro, occorre sapere che questa tipologia di emissioni sono tipicamente originate dai nuclidi radioattivi di elementi pesanti, come gli isotopi dell'uranio, del torio, del radio, ecc., in un processo atomico chiamato decadimento alfa. Spesso questo decadimento lascia i nuclei in uno stato eccitato, da un eccesso di energia può essere irradiata con l'emissione dei raggi gamma. Quindi si può desumere che per ogni alla emissione di particelle Alfa, spesso coincide anche la emissione di raggi gamma, che quindi indirettamente ne rivelano la presenza.

I raggi Alfa, sono costituiti da 2 protoni e 2 neutroni legati insieme, in pratica si tratta quindi di nuclei 4He (elio) che hanno una importante carica elettrica, che gli permette di interagire fortemente con la materia circostante. Ai fini della loro diretta rilevazione con il tubo geiger, sono ritenuti poco importanti poiché vengono facilmente assorbiti dai materiali. In pratica possono viaggiare solo per pochi centimetri nell'aria, e possono essere assorbiti e bloccati dagli strati più esterni della pelle umana, così in genere non risultano pericolosi per la vita biologica, a meno che la stessa sorgente non venga direttamente inalata o ingerita. In questo caso i danni sarebbero molto superiori di quelli causati da una qualsiasi altra tipologia di radiazione ionizzante, infatti in questo contesto con un dosaggio elevato, comparirebbero sicuramente tutti i sintomi tipici del grave avvelenamento da radiazione.
 
Prima di accendere lo strumento consigliamo di caricare completamente lo strumento utilizzando il cavetto di interfaccia color bianco in dotazione, collegandolo da un lato sulla presa USB 'quadrata' posizionata sul fianco sx dello strumento, e dall'altra parte sulla presa usb 'rettangolare' dell'alimentatore di rete in dotazione. E' anche possibile caricare il contatore geiger dalla presa USB di un comune personal computer. Per tutte le altre operazioni fare riferimento al manuale d'uso del contatore geiger Guardian Ray liberamente scaricabile in questa stessa pagina web.

Attenzione: occorre assolutamente preservare  lo strumento dalla pioggia e da elevati livelli di umidità. Evitare assolutamente di esporlo al sole estivo e a fonti rilevanti di calore che potrebbero comportare la possibilità di deflagrazione dell'accumulatore interno ai ioni di litio. 






Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2017

   Copyright © 2001-2017  ElettronicaNet S.r.l. 
Divieto di riproduzione non autorizzata